Progetto di ricerca per una seduta

 

Il progetto della seduta STRIP nasce dall’idea dell’oggetto sedia non come un’entità unica, ma come una composizione di singoli elementi che all’interno del sistema giocano ognuno un ruolo ben definito.

Operando una scomposizione si sono individuati 3 elementi distinti che, attraverso un processo di semplificazione, vanno a individuare un segno unico, un tratto orizzontale che tuttavia, nel suo essere così elementare, contiene al suo interno tutti quei elementi che sono essenziali nel sistema sedia.

STRIP, ovvero nastro, un nastro orizzontale di materiale metallico (lamiera d’alluminio di ridotto spessore con rivestimento costituito da fasciatura irregolare di film estensibile trasparente) che attraverso un sistema di pieghe nelle varie direzioni va a definire una seduta-poltrona. Il materiale adottato presenta una caratteristica particolare, quella di essere flessibile quando sottoposto ad un peso (ved. progetto Onda, di Granese Architecture & Design Studio ).
Questa sua peculiarità non è negata da un sistema a nastro chiuso, anzi le due estremità del nastro concorrono a rendere flessibile la seduta e nel contempo stesso a sorreggere il fruitore. Cosi’, sottoposta ad un peso, la seduta si abbassa, andando a configurare quella che è la postura ideale per concedersi un momento di relax e di comodità. L’ergonomia è poi sottolineata dalla curvatura data alla lastra e dall’elemento schiumato del materassino posto in coincidenza con la seduta e lo schienale, creando un contrasto sia cromatico che materico tra i due elementi e sottolineando cosi‘, in modo ancora più forte, la vera natura del prodotto.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error: Content is protected !!